Un’escursione, una montagna, mille emozioni!

Un’escursione, una montagna, mille emozioni!

Da Castelluccio al Lago di Pilato, al rifugio Zilioli, alla Cima del Redentore, per riscendere a Castelluccio.

Un’escursione che lascia il segno. Anche per la stanchezza che si sente alla fine, ma soprattutto per la varietà e la bellezza dei paesaggi. E’ stata un’avventura stupenda. Grazie a tutti i “coraggiosi” che non si sono lasciati spaventare dalla lunghezza e dal dislivello, ma soprattutto dalle condizioni meteo dei giorni precedenti.

Grazie a coloro che hanno mandato le foto (qua sotto).  Se qualcuno vorrà mandarne altre, mi farà piacere aggiungerle.

2 Comments

  1. … alla fine ce l’abbiamo fatta! ce l’abbiamo messa tutta, soprattutto Francesco, e la perseveranza ci ha premiato; una splendida giornata e una splendida compagnia, uno splendido panorama: il lago di Pilato, la cima del Redentore e quella spettacolare fioritura all’ombra di Castelluccio. Che dire di più, non resta che andare e godersi i Sibillini come un goloso boccone da assaporare piano piano ad occhi chiusi…

    • Una di quelle escursioni che lascia il segno, nel corpo e nello spirito.
      A volte cerchiamo di star bene con noi stessi affrontando chissà quali viaggi, in posti esotici, lontani, sottovalutando la nostra terra con i suoi colori, le nostre origini, e la voce stanca di chi con molte primavere sulle spalle ci apre lo scrigno dei suoi ricordi.
      E’ grazie a persone come Francesco che tutto questo è ancora sperimentabile.
      A lui a va la mia riconoscenza.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>