Eventi


La favolosa Valnerina! Anello Monte San Vito – Monte Motola – Valle di Campofoglio

Dall’altissimo villaggio arroccato di Monte San Vito, terrazza panoramica su tutta la Valnerina, ci inoltriamo nei magnifici boschi alle sue spalle, costeggiando la bellissima Gola delle Fosse. Le enormi e ben conservate faggete di questo territorio offrono una dimora sicura per una ricchissima varietà di fauna selvatica. Dopo una bellissima passeggiata nel bosco con dolci dislivelli, di fronte a noi si apre un’incredibile panorama a 360 gradi su tutti i monti dell’Appennino Centrale fino al Gran Sasso! Da qui giriamo intorno al monte e discendendo la meravigliosa Valle di Campofoglio e ci riportiamo a dominare la Valnerina fino al paesino medievale di Monte San Vito.

Appuntamento: Santa Anatolia di Narco – Bar Alberto (Maps) – ore 9.30
Lunghezza: 16 km; Durata: 6 ore circa comprese le pause
Dislivello: 700 m.
Difficoltà: media (adatta anche ad escursionisti non particolarmente allenati, purché in discrete condizioni fisiche)
Quota individuale comprensiva copertura RCT: € 15 ,00
Guida escursionistica: Francesco Capozucca (AIGAE iscr.n. UM058)

Periodo: 23/03/2019



Gli altipiani del San Vicino, Vall’Acera e Castelletta

Spettacolare itinerario! Lunghetto, ma molto camminabile ai margini del Parco Gola Rossa e Frasassi.  Scorci favolosi sulla campagna Marchigiana, eremi abbandonati, faggete vetuste e degustazione finale di prodotti in fattoria!

Al via da Poggio S. Romualdo, stazione montana a 930 m. con gradevoli colpi d’occhio sul fabrianese, ci abbassiamo sul boscoso Fosso Bianco sino dove la conca pare sbarrata da imponenti e suggestive pareti rocciose: siamo in Vall’Acera, che raccoglie un potente acquifero che si manifesta nelle sottostanti e vicine sorgenti di Gorgovivo. Risaliamo sino ad un borgo medievale di case in pietra, pallide e addossate, già dominio dei Conti Revellone ed ai piedi dell’omonimo monte: scopriamo l’incantevole Castelletta, traversando i suoi stretti vicoli sino al mastio. Poi tra rose canine eginepri, per sentieri sempre più panoramici sfioriamo la cima del M. Pietroso (1026 m.), che guarda con privilegio alla sottostante Vallesina ed alle cime appenniniche medio-marchigiane, coi colori del cielo che virano verso il rosso. La parte finale ci condurrà, attraverso una vetusta faggeta, all’abbazia di Val di Castro risalente all’XI sec. oggi riconvertita in accogliente struttura agrituristica, dove potremo assaggiare le genuine produzioni locali di salumi, formaggi e cresce!

Appuntamento: Albacina – Chiesa della Madonna di Loreto (Maps) – ore 9.30
Durata: 6/7 ore circa comprese le pause
Dislivello – Lughezza: 850 m. – 19 km
Difficoltà: media (necessario un minimo di abitudine alla camminata in montagna)
Quota individuale comprensiva copertura RCT: € 15 ,00
Guide escursionistiche AIGAE: Massimiliano Giorgi (La Cordata Escursionismo); Francesco Capozucca

Periodo: 24/03/2019



Il Monte Cucco: maestose faggete, torrenti, cascate e la spettacolare cima!

Spettacolare escursione in uno dei più bei parchi regionali umbri nel momento di esplosione dei colori primaverili. Meravigliose faggete con esemplari monumentali, radure panoramiche, ruscelli e sentieri affascinanti, fino alla panoramicissima cima. Ritorno sul versante opposto di immersi in praterie di fronte ai monti e la campagna umbra e boschetti favolosi.Lunghezza: 15 km
Dislivello: 650 m
Difficoltà: media
Quota individuale: € 15,00
Appuntamento: ore 9.30 – Parcheggio “Da Tobia”- località Val di Ranco (Pg)

Periodo: 30/03/2019



L’anello del Monte Conero: un tuffo tra il verde e il blu!

Uno dei gioielli del Centro Italia. Una fantastica escursione tra storia, natura avvolgente e panorami mozzafiato sull’unico promontorio di tutta la costa adriatica italiana oltre al Gargano!Appuntamento: ore 9.45 – Sirolo, parcheggio municipio
Lunghezza: 15 km
Dislivello: 500 m.
Difficoltà: media
Quota individuale: €15,00

Periodo: 31/03/2019



Da Spello al Monte Subasio per l’acquedotto romano e Collepino (per camminatori abituati)

Una grandiosa escursione ad anello dal bellissimo borgo medievale ai piedi del monte al centro dell’Umbria. Il sentiero sull’acquedotto romano fino al borghetto di Collepino, passaggi tra immensi uliveti e scorci favolosi, bellissimi boschi di querce, antichi eremi, il suggestivo mortaro grande del Subasio ed il panorama straordinario sulla bellissima Assisi.

Appuntamento: ore 9.30 – Spello, Piazza Kennedy (davanti Porta Consolare) Maps
lunghezza: 19 km
Dislivello: 890 m.
Difficoltà: medio/alta (necessaria una discreta abitudine alla camminata in montagna)
Quota individuale per accompagnamento guidato + RCT: € 15,00
Guida escursionistica: Francesco Capozucca (AIGAE iscr.n. UM058)
In collaborazione con “La Cordata Escursionismo”
Per informazioni e chiarimenti: info@vagogiro.it – 3494120325

Periodo: 14/04/2019



Da Spoleto ad Assisi: i sentieri degli ulivi, le vie di Francesco

Immersi in uliveti e  dolci colline, attraversiamo borghi medievali, torrenti spumeggianti ed eremi francescani, sempre di fronte a panorami emozionanti sulla Valle Umbra. Facendo base sempre nello stesso tranquillo hotel nel centro storico del bellissimo borgo di Trevi, partiamo ogni mattina per tutte le tappe dell’antico percorso da Spoleto ad Assisi. Sapori, profumi, tradizioni di una terra dove natura, bellezza e spiritualità si fondono per un’esperienza unica.

Giovedì 25 aprile
Arrivo in struttura a Trevi entro l’ora di cena; presentazione del programma e cena in hotel. Dopo cena passeggiatina in centro a Trevi.

Venerdì 26 aprile
Da Spoleto a Poreta
Partendo dai piedi del colle Sant’Elia (Spoleto), facciamo subito una sosta presso il suggestivo tempio paleocristiano di San Salvatore (Patrimonio UNESCO). Da qui ci muoviamo nella campagna spoletina verso il grazioso villaggio di
Eggi. Ormai già siamo inseriti in un ambiente di boschi di querce e grandi uliveti che caratterizzano l’aspetto, l’economia e la cultura di tutto il territorio che attraversiamo nel nostro trekking. Dopo aver attraversato anche i graziosi villaggi di Bazzano Inferiore e Bazzano Superiore tra campagna ed antiche mulattiere nel bosco, arriviamo fino all’antico castello di Poreta.
Lunghezza: km 14,5; dislivello salita: m. 560; dislivello discesa: m.350

Sabato 27 aprile
Da Poreta a Trevi
Muovendoci in un mare di ulivi verdi e argento, saliamo all’incantevole borghetto fortificato di Campello Alto. Da qui, attraverso stradine e sentieri quasi sospesi a mezza costa sul versante est della Valle Umbra, una facile e spettacolare passeggiata ci conduce alla scoperta di paesini, antichi eremi, boschetti di leccio e panorami verdissimi e maestosi. A fine escursione, un passaggio al frantoio per una bruschetta con l’olio nuovo è d’obbligo.
Dislivello salita: m.550; dislivello discesa: m.350; lunghezza: 13.5

Domenica 28 aprile
Da Trevi all’abbazia di Sassovivo
Partendo dalla splendida Trevi, che domina su tutta la Valle Umbra, un percorso ricchissimo di suggestioni alla scoperta di antichi luoghi di culto, villaggi abbandonati e borghetti di montagna: il convento di San Martino, la medievale Rocca Scandolaro, l’antico Manciano, lo sperduto Roviglieto, fino a giungere alla magnifica abbazia di Sassovivo.
Dislivello salita: m.750; dislivello discesa: m.630 lunghezza: km 16.5

Lunedì 29 aprile
Da Sassovivo a Spello
Un’escursione con continui cambi di ambienti tra uliveti, querceti, villaggi antichi, ruscelli, cascate ed antichi eremi. Sempre di fronte all’immenso scenario delle colline umbre, fino a scendere ad una delle perle dell’Umbria.
Dislivello salita: m. 250; dislivello discesa: m. 600; lunghezza: km: 16.5

Martedì 30 aprile
Da Spello ad Assisi
Lasciandoci alle spalle il meraviglioso borgo di Spello, risaliamo tra i boschi di leccio del Monte Subasio che pian piano ci mostra panorami fiabeschi sulla bellissima cittadina medievale di Assisi. Ripercorrendo i sentieri cari a San Francesco, visitiamo il mistico Eremo delle Carceri e la grotta del grande santo “camminatore”.
Dislivello salita: m. 650; dislivello discesa: m. 550; lunghezza: km: 13

Mercoledì 1 maggio
Dopo la solita rilassante e ricca colazione in hotel, chi oggi non deve affrontare il viaggio di ritorno a casa, può approfittare per un’altra bellissima escursione (extra rispetto a questo programma) sull’anello del Monte Luco di Spoleto.

Quota individuale per l’accompagnamento guidato in ogni sua fase: € 110,00
Contattaci per qualsiasi chiarimento sulle escursioni e per consigli su strutture in cui alloggiare: info@vagogiro.it – 3494120325

Periodo: 25/04/2019 - 01/05/2019



Da Castelluccio al Monte Patino: nel cuore dei Sibillini!

Facile, ma esaltante escursione ad anello che, con facili dislivelli, ci porta inizialmente a godere del bellissimo panorama sui Piani di Castelluccio e poi si inoltra tra fiabeschi boschi di faggio fino a giungere agli alti pascoli sospesi, come in volo, sopra l’antica cittadina di Norcia.
Il panorama spazia a 360° su tutti i monti Umbri, i Monti Sibillini ed i monti della Laga. Un’escursione di grande gratificazione, ma per tutti!

Durata: 6 ore soste comprese
Difficoltà: medio/bassa; Dislivello: m.500; lunghezza: km 13.5
Quota individuale:€15,00
Appuntamento: ore 09.30 a Castelluccio di Norcia

 

Periodo: 05/05/2019



Trekking in Costiera Amalfitana: un sogno tra il mare e gli Dei!

Le più belle escursioni della Costiera Amalfitana per scoprire uno degli angoli più suggestivi d’Italia tra natura selvaggia, paesaggi affascinanti, villaggi ricchi di storia ed arte, campagna strappata alla verticalità delle rupi e spiagge uniche.

Facendo base nel peasino di Maiori, situato sulla più ampia spiaggia della Costiera Amalfitana, si parte quasi sempre direttamente a piedi ogni mattina (il ritorno si effettua traghetto!).
Le escursioni, pur essendo prive di difficoltà oggettive, non sono piatte e banali passeggiate lungo mare e richiedono un minimo di impegno fisico specialmente nel discendere le lunghe scalinate appartenenti dell’antica viabilità.

09 maggio
Arrivo
Possibilità di navetta privata dalla stazione di Napoli all’hotel. Arrivo in hotel e sistemazione nelle stanze. Incontro con la guida per presentazione trekking e aperitivo di benvenuto, poi passeggiatina per le vie e i panorami del paese. Cena nel ristorante dell’hotel.

10 maggio
Tra terrazzamenti, rupi, boschi e villaggi fino a Marina di Praia
Attraverso scalette e passaggi incisi sulle rupi ci muoviamo da paesino a paesino e da un orto terrazzato all’altro come facevano gli abitanti della zona fino a 100 anni fa, prima di scendere nella favolosa spiaggia di Marina di Praia  “decorata” da deliziose casette di pescatori attaccate alla parete rocciosa. Qui oggi possiamo rilassarci sulla spiaggetta, fare bellissimi bagni e gustarci un pranzetto di pesce in uno dei ristorantini in riva al mare.
Durata: 4 ore; disl. discesa: 690; disl. salita : 50 m.

11 maggio
Da Amalfi tra boschi a picco sul mare, cascate villaggi medievali e limoneti
Raggiungiamo in bus il centro di Amalfi e da qui partiamo per una ricchissima escursione che prima ci porterà a scoprire la zona dei limoneti più famosi del mondo. Poi risaliremo tutto il corso del fiume Canneto tra giochi d’acqua e cascatelle in un ambiente dalla natura avvolgente che per qualche istante ci farà dimenticare di essere quasi in riva al mare. Una volta raggiunto il grazioso villaggio di Pontone, con panorami stupendi sul mare e sulla capitale dell’antica Repubblica Marinara, possiamo ridiscendere verso Amalfi per un meritato riposo in spiaggia o per una visita delle bellezze della città.
Durata: 5 ore; disl. salita 310 m.; disl. discesa: 310 m.

12 maggio
La “via maestra dei villaggi” fino ad Atrani e poi Ravello!
“Trekking urbano dell’antico”! Attraverso scalette “sospese” sul mare e villaggi di stile moresco, arriviamo direttamente nel cuore di Amalfi. Dopo una rilassante pausa pranzo in riva al mare nel grazioso villaggio di Atrani, saliamo a Ravello (facoltativo, altrimenti in bus) attraverso la scalinata antica nella valle del Dragone per riposarci visitando una delle cittadine più affascinanti della Costiera Amalfitana.
Durata: 4 ore; disl. salita: 350 m. (se si sale a piedi da Atrani a Ravello); disl. discesa 640 m.;

13 maggio
Da Agerola a Positano: il “Sentiero degli Dei”
Un escalation di emozioni. Un continuo cambio di prospettive e di ambienti, ma con la costante di un immenso mare su un lato, natura selvaggia e rupi verticali dall’altro. Il sentiero che ogni amante dell’escursionismo dovrebbe fare almeno una volta nella vita!
Durata: 5 ore;  disl. salita: 250 m.; disl. discesa 250 m.;

14 maggio
Il sentiero dei limoni e l’antico percorso Maiori-Amalfi
Sfruttando le scalinate ed i percorsi che si sviluppano tra terrazzamenti ricchissimi di agrumeti e vigneti, sempre con il mare a fianco, camminiamo tra borghetti, chiese facendo sosta in spiagge paradisiache, pasticcerie storiche e produttori di limoncello. Una volta arrivati ad Amalfi, torniamo indietro con il traghetto!
Durata: 5 ore;  disl. salita: 280 m.; disl. discesa 280 m.;

15 maggio
Colazione in hotel in tutto relax e partenza. Chi lo desidera, può rimanere ancora qualche giorno per godersi un meritato riposo in un altre perle della Costiera Amalfitana.

Ci si incontra in hotel nel pomeriggio di martedì e si riparte dopo colazione nella mattina della domenica, ma chi vuole può rimanere anche qualche giorno in più per godersi un po’ di riposo sulle bellissime spiagge della Costiera!

Quota individuale per accompagnamento guidato in ogni fase del trekking: € 120.00

Contattaci per chiarimenti di qualsiasi tipo sulle escursioni, struttura ricettiva e transfer: info@vagogiro.it – tel 3494120325

Termine ultimo per la prenotazione: 07 maggio 2019

Guida Escursionistica (AIGAE): Francesco Capozucca

Periodo: 09/05/2019 - 15/05/2019



Isola d’Elba: alla scoperta della gemma del Tirreno!

Una delle isole più belle dei nostri mari, circondata da un mare stupendo, ma soprattutto ricca di storia, natura selvaggia e montagne favolose.
Facendo base nel paesino in riva al mare di Marina di Campo, partiamo per 5 incredibili escursioni alla scoperta di un territorio fantastico ed emozionante tra antichi boschi, valli rigogliose, scogliere a picco sul mare e montagne rocciose.
L’energia e la bellezza del mare non sono soltanto una cornice di questo trekking, ma tra le protagoniste grazie alle meravigliose calette in cui si arriva durante le escursioni o in cui si scende per rilassarsi al termine di ogni passeggiata.

Domenica 2 giugno
Arrivo a Portoferraio, trasferimento in hotel (su richiesta, possibilità di navetta privata), incontro con la guida e sistemazione nelle stanze. Passeggiata in paese e…forse c’è il tempo per un primo bagnetto nella bellissima spiaggia di Marina di Campo!!

Lunedì 3 giugno

Un viaggio nella storia e nelle ricchezze minerarie dell’Elba
Partendo dal grazioso paesino di S.Piero, attraversando un paesaggio favoloso di gariga in fiore e boschetti di ginestra, rimaniamo sempre in vista della Costa del Sole e della Corsica, dell’isola di Pianosa e Montecristo. Dopo un percorso tra antichi insediamenti villanoviani, antiche cave romane di granito ed altre testimonianze storiche, scendiamo per un meritato riposo alla bellissima spiaggia di Cavoli.
Durata: 5 ore; Disl. salita: 350 m.; disl. discesa: 530 m.

Martedì 4 giugno
Le rigogliose coste a picco sul mare di Capo Poro, spiaggia di Galenzana e Fonza
Partendo poco distanti dal nostro hotel, ci inoltriamo su un sentiero tra la macchia mediterranea a picco su un mare turchese limpidissimo. Camminando immersi in bellissimi boschi di leccio, arriviamo al grazioso faretto di Capo Poro, da cui si gode di un panorama mozzafiato sulla baia di Marina di Campo e sulle isole dell’arcipelago. Da qui scendiamo alla selvaggia spiaggia di Galenzana. Da qui continuiamo fino alla “nostra” Marina di Campo e, attraversando tutto il golfo, arriviamo alla bellissima spiaggetta Ischia.
Durata: 5  ore; Disl. salita: 380 m.; disl. discesa: 450 m.

Mercoledì 5 giugno
Da Marciana Marina alla merevigliosa spiaggia di Sant’Andrea
Partendo dallo storico villaggio sul mare di Marciana Marina, percorriamo un’antica via che collegava vari nuclei costieri attraversando e soffermandoci presso alcune spiagge paradisiache tra cui quella di Sant’Andrea dove arriviamo attraverso un passaggio inciso sul granito accanto al mare.
Durata: 6  ore; Disl. salita: 350 m.; disl. discesa: 350 m.

Giovedì 6 giugno

Il Monte Capanne
Tra Castagneti ed antichi “caprili” abbandonati, sulle rocce dove regnano i mufloni, arriviamo sulla cima più alta dell’isola per godere di un panorama di impareggiabile bellezza su tutta l’isola, l’Arcipelago Toscano, la Corsica e la costa Toscana.
Durata: 7 ore; Disl. salita: 650 m.; disl. discesa: 650 m.

Venerdì 7 giugno
Il periplo di Capostella
Dal Golfo Stella al Golfo di Lacona lungo un facile e bellissimo percorso tra la gariga mediterranea a picco sul bellissimo mare di fronte a Capoliveri. Giungendo all’immenso panorama di Capostella giriamo intorno al promontorio costeggiando il golfo di Lacona. Dopo qualche bagnetto in calette da sogno, chiudiamo il giro presso la stupenda spiaggia di Lacona. Nel pomeriggio una visita al grazioso paesino di Capoliveri è d’obbligo.
Durata: 3 ore; Disl. salita: 180 m.; disl. discesa: 180 m.

Sabato 8 giugno
Chiunque può approfittare per rimanere qualche giorno in più in autonomia per godersi un meritato riposo tra le spiagge dell’isola, un’altra escursione con la guida o una visita all’Isola di Pianosa. Altrimenti, dopo una rilassante colazione ed un’ultima passeggiatina lungo mare e tra le vie della cittadina, si fa ritorno a casa.

 

Quota individuale per accompagnamento guidato in ogni fase del trekking: € 110,00
Contattaci per chiarimenti di qualsiasi tipo e per informazioni sul viaggio e le possibili sistemazioni in hotel. Francesco: info@vagogiro.it – tel: 349.4120325

Termine ultimo per la prenotazione: 23 maggio 2019

 

Guida Escursionistica (AIGAE): Francesco Capozucca

Periodo: 02/06/2019 - 08/06/2019



Trekking nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini: la fioritura e le 5 più belle escursioni!

Facendo base a Castelluccio di Norcia, nel momento dell’anno più spettacolare grazie alla favolosa fioritura degli altopiani, presso un confortevole e panoramico agriturismo, partiamo ogni giorno per una diversa escursione alla scoperta di ogni segreto del regno della Sibilla Appenninica. Cinque giorni per immergersi nella magia dei Sibillini vivendo direttamente i sapori e le atmosfere del cosidetto “Tibet” d’Europa!

07 luglio
Arrivo in paese ed  incontro di benvenuto in agriturismo con la guida ufficiale dei Monti Sibillini Francesco Capozucca che ci condurrà in tutte le escursioni.  Sistemazione nelle stanze. Cena in agriturismo a base dei prodotti tipici. Dopo cena, per chi vuole, breve passeggiata notturna nel bosco di Val Canatra.

08 luglio
La fioritura di Castelluccio: un’immersione nel vero spettacolo!
Una facile passeggiata in piano per capire, respirare e vivere al meglio la più spettacolare fioritura spontanea del mondo. Partiamo a piedi direttamente da Castelluccio e, percorrendo le antiche stradine utilizzate soltanto dai contadini, vaghiamo sempre attorniati da un mare di fiori tra Pian Grande, Pian Piccolo e Pian Perduto per poi tornare in paese.
Lunghezza: 14 km; disl.: 250 m.

09 luglio
Da Castelluccio agli alti pascoli e la bellissima cima di monte Patino
Dopo la favolosa colazione in agriturismo, partiamo a piedi direttamente da Castelluccio per un’escursione ad anello che, con facili dislivelli, ci porta inizialmente a godere del bellissimo panorama sui Piani di Castelluccio e poi si inoltra tra fiabeschi boschi di faggio fino a giungere agli alti pascoli sospesi, come in volo, sopra l’antica cittadina di Norcia.
Il panorama spazia a 360° su tutti i monti Umbri, i Monti Sibillini ed i monti della Laga.
Lunghezza: 14 km; disl.: 600 m.
Rientro in hotel per godersi in pieno relax il pomeriggio ed il tramonto sugli altopiani di Castelluccio e cena in agriturismo.

10 luglio
Monte Vettore: il Re dei Monti Sibillni
La cima più alta dei Sibillini, ma non la più difficile da raggiungere. Da questa cima che domina sul Pian Grande e su tutti i monti umbri e marchigiani, ci ritroviamo accanto al gruppo del Gran Sasso-Laga. Dalla vetta potremo osservare anche il leggendario Lago di Pilato, che si nasconde nell’anfiteatro glaciale dello stesso Vettore e con un po’ di fortuna, una delle aquile reali che spesso si aggirano tra questi monti.
Lunghezza: 16 km; disl.: 950 m.
Rientro in hotel per godersi in pieno relax il pomeriggio ed il tramonto sugli altopiani di Castelluccio e cena in agriturismo.

11 luglio
L’anello imperiale dei Monti Sibillini
Oggi partiamo per una bellissima escursione che dal lato est del Pian Grande, tra i meravigliosi campi fioriti, ci porta verso il rifugio Capanna Ghezzi e, lungo la “strada imperiale”, fino alle guglie dolomitiche del monte Palazzo Borghese. Seguendo il dolce crinale, ci muoviamo verso il monte Argentella e la Fonte delle Fate, terrazzo naturale sull’altipiano e su tutti i monti intorno. Da qui ridiscendiamo passando per il bellissimo sentiero di Forca Viola fino al nostro agriturismo.
Lunghezza: 14 km; dislivello: 750 m
Rientro in hotel per godersi in pieno relax il pomeriggio ed il tramonto sugli altopiani di Castelluccio e cena in agriturismo.

12 luglio
L’anello del “morbido” Pian Piccolo
Dopo la solita bella colazione in agriturismo, oggi ci aspetta una facile ed incantevole passeggiatona tra boschi, praterie e panorami bellissimi intorno al più piccolo dei tre altopiani di Castelluccio di Norcia, accanto ai Monti della Laga.
Lunghezza: 10 km; dislivello: 250 m.
Rientro in hotel per godersi in pieno relax il pomeriggio ed il tramonto sugli altopiani di Castelluccio e cena in agriturismo.

13 luglio
Un’ultima gustosa colazione a base di prodotti tipici e torte fatte in casa prima di salutare l’affascinante paesaggio di Castelluccio di Norcia e salutarci per tornare a casa. Chi lo desidera, può rimanere ancora qualche giorno per godersi la pace di qualche altro angolo del Parco Nazionale dei Monti Sibillini-

Quota individuale per accompagnamento guidato in ogni fase del trek e assicurazione RCT: € 110,00
Contattaci per info sulle strutture consigliate e per qualsiasi chiarimento sulle escursioni e sul programma.
info@vagogiro.it – 3494120325

Periodo: 07/07/2019 - 13/07/2019



Isola d’Elba: alla scoperta della gemma del Tirreno!

Una delle isole più belle dei nostri mari, circondata da un mare stupendo, ma soprattutto ricca di storia, natura selvaggia e montagne favolose.
Facendo base nel paesino in riva al mare di Marina di Campo, partiamo per 5 incredibili escursioni alla scoperta di un territorio fantastico ed emozionante tra antichi boschi, valli rigogliose, scogliere a picco sul mare e montagne rocciose.
L’energia e la bellezza del marenon sono soltanto una cornice di questo trekking, ma tra le protagoniste grazie alle meravigliose calette in cui si arriva durante le escursioni o in cui si scende per rilassarsi al termine di ogni passeggiata.

Domenica 28 luglio
Arrivo a Portoferraio, trasferimento in hotel (su richiesta, possibilità di navetta privata), incontro con la guida e sistemazione nelle stanze. Passeggiata in paese e…forse c’è il tempo per un primo bagnetto al mare!!

Lunedì 29 luglio

Un viaggio nella storia e nelle ricchezze minerarie dell’Elba
Partendo dal grazioso paesino di S.Piero, attraversando un paesaggio favoloso di gariga in fiore e boschetti di ginestra, rimaniamo sempre in vista della Costa del Sole e della Corsica, dell’isola di Pianosa e Montecristo. Dopo un percorso tra antichi insediamenti villanoviani, antiche cave romane di granito ed altre testimonianze storiche, scendiamo per un meritato riposo alla bellissima spiaggia di Cavoli.
Durata: 5 ore; Disl. salita: 350 m.; disl. discesa: 530 m.

Martedì 30 luglio
Le rigogliose coste a picco sul mare di Capo Poro, spiaggia di Galenzana e Fonza
Partendo poco distanti dal nostro hotel, ci inoltriamo su un sentiero tra la macchia mediterranea a picco su un mare turchese limpidissimo. Camminando immersi in bellissimi boschi di leccio, arriviamo al grazioso faretto di Capo Poro, da cui si gode di un panorama mozzafiato sulla baia di Marina di Campo e sulle isole dell’arcipelago. Da qui scendiamo alla selvaggia spiaggia di Galenzana. Da qui continuiamo fino alla “nostra” Marina di Campo e, attraversando tutto il golfo, arriviamo alla bellissima spiaggetta Ischia.
Durata: 5  ore; Disl. salita: 380 m.; disl. discesa: 450 m.

Mercoledì 31 luglio
Da Marciana Marina alla merevigliosa spiaggia di Sant’Andrea
Partendo dallo storico villaggio sul mare di Marciana Marina, percorriamo un’antica via che collegava vari nuclei costieri attraversando e soffermandoci presso alcune spiagge paradisiache tra cui quella di Sant’Andrea dove arriviamo attraverso un passaggio inciso sul granito accanto al mare.
Durata: 6  ore; Disl. salita: 350 m.; disl. discesa: 350 m.

Giovedì 1 agosto

Il Monte Capanne
Tra Castagneti ed antichi “caprili” abbandonati, sulle rocce dove regnano i mufloni, arriviamo sulla cima più alta dell’isola per godere di un panorama di impareggiabile bellezza su tutta l’isola, l’Arcipelago Toscano, la Corsica e la costa Toscana.
Durata: 7 ore; Disl. salita: 650 m.; disl. discesa: 650 m.

Venerdì 2 agosto
Il periplo di Capostella
Dal Golfo Stella al Golfo di Lacona lungo un facile e bellissimo percorso tra la gariga mediterranea a picco sul bellissimo mare di fronte a Capoliveri. Giungendo all’immenso panorama di Capostella giriamo intorno al promontorio costeggiando il golfo di Lacona. Dopo qualche bagnetto in calette da sogno, chiudiamo il giro presso la stupenda spiaggia di Lacona. Nel pomeriggio una visita al grazioso paesino di Capoliveri è d’obbligo.
Durata: 3 ore; Disl. salita: 180 m.; disl. discesa: 180 m.

Sabato 3 agosto
Chiunque può approfittare per rimanere qualche giorno in più in autonomia per godersi un meritato riposo tra le spiagge dell’isola, un’altra escursione con la guida o una visita all’Isola di Pianosa. Altrimenti, dopo una rilassante colazione ed un’ultima passeggiatina lungo mare e tra le vie della cittadina, si fa ritorno a casa.

Quota individuale per accompagnamento guidato in ogni fase del trekking: € 110,00
Contattaci per chiarimenti di qualsiasi tipo e per informazioni sul viaggio e le possibili sistemazioni in hotel. Francesco: info@vagogiro.it – tel: 349.4120325

Termine ultimo per la prenotazione: 10 luglio 2019

Guida Escursionistica (AIGAE): Francesco Capozucca

Periodo: 28/07/2019 - 03/08/2019



Trekking in Costiera Amalfitana: un sogno tra il mare e gli Dei!

Le più belle escursioni della Costiera Amalfitana per scoprire uno degli angoli più suggestivi d’Italia tra natura selvaggia, paesaggi affascinanti, villaggi ricchi di storia ed arte, campagna strappata alla verticalità delle rupi e spiagge uniche.

Facendo base nel peasino di Maiori, il più “frizzante” e con la spiaggia più ampia della Costiera, partiamo ogni mattina per un’incredibile escursione. Le escursioni, pur essendo prive di difficoltà oggettive, non sono piatte e banali passeggiate lungo mare e richiedono un minimo di impegno fisico specialmente nel discendere le lunghe scalinate appartenenti dell’antica viabilità.

04 agosto
Arrivo
Possibilità di navetta privata dalla stazione di Napoli all’hotel. Arrivo in hotel e sistemazione nelle stanze. Incontro con la guida per presentazione trekking e aperitivo di benvenuto, poi passeggiatina per le vie e i panorami del paese. Cena nel ristorante dell’hotel.

05 agosto
Tra terrazzamenti, rupi, boschi e villaggi fino a Marina di Praia
Attraverso scalette e passaggi incisi sulle rupi ci muoviamo da paesino a paesino e da un orto terrazzato all’altro come facevano gli abitanti della zona fino a 100 anni fa, prima di scendere nella favolosa spiaggia di Marina di Praia  “decorata” da deliziose casette di pescatori attaccate alla parete rocciosa. Qui oggi possiamo rilassarci sulla spiaggetta, fare bellissimi bagni e gustarci un pranzetto di pesce in uno dei ristorantini in riva al mare.
Durata: 4 ore; disl. discesa: 690; disl. salita : 50 m.

06 agosto
Da Amalfi tra boschi a picco sul mare, cascate villaggi medievali e limoneti
Raggiungiamo in bus il centro di Amalfi e da qui partiamo per una ricchissima escursione che prima ci porterà a scoprire la zona dei limoneti più famosi del mondo. Poi risaliremo tutto il corso del fiume Canneto tra giochi d’acqua e cascatelle in un ambiente dalla natura avvolgente che per qualche istante ci farà dimenticare di essere quasi in riva al mare. Una volta raggiunto il grazioso villaggio di Pontone, con panorami stupendi sul mare e sulla capitale dell’antica Repubblica Marinara, possiamo ridiscendere verso Amalfi per un meritato riposo in spiaggia o per una visita delle bellezze della città.
Durata: 5 ore; disl. salita 310 m.; disl. discesa: 310 m.

07 agosto
La “via maestra dei villaggi” fino ad Atrani e poi Ravello!
“Trekking urbano dell’antico”! Attraverso scalette “sospese” sul mare e villaggi di stile moresco, arriviamo direttamente nel cuore di Amalfi. Dopo una rilassante pausa pranzo in riva al mare nel grazioso villaggio di Atrani, saliamo a Ravello (facoltativo, altrimenti in bus) attraverso la scalinata antica nella valle del Dragone per riposarci visitando una delle cittadine più affascinanti della Costiera Amalfitana.
Durata: 4 ore; disl. salita: 350 m. (se si sale a piedi da Atrani a Ravello); disl. discesa 640 m.;

08 agosto
Da Agerola a Positano: il “Sentiero degli Dei”
Un escalation di emozioni. Un continuo cambio di prospettive e di ambienti, ma con la costante di un immenso mare su un lato, natura selvaggia e rupi verticali dall’altro. Il sentiero che ogni amante dell’escursionismo dovrebbe fare almeno una volta nella vita!
Durata: 5 ore;  disl. salita: 250 m.; disl. discesa 250 m.;

09 agosto
Il sentiero dei limoni e l’antico percorso Maiori-Amalfi
Sfruttando le scalinate ed i percorsi che si sviluppano tra terrazzamenti ricchissimi di agrumeti e vigneti, sempre con il mare a fianco, camminiamo tra borghetti, chiese facendo sosta in spiagge paradisiache, pasticcerie storiche e produttori di limoncello. Una volta arrivati ad Amalfi, torniamo indietro con il traghetto!
Durata: 5 ore;  disl. salita: 280 m.; disl. discesa 280 m.;

10 agosto
Colazione in hotel in tutto relax e partenza. Chi lo desidera, può rimanere ancora qualche giorno per godersi un meritato riposo in un altre perle della Costiera Amalfitana.

Ci si incontra in hotel nel pomeriggio di martedì e si riparte dopo colazione nella mattina della domenica, ma chi vuole può rimanere anche qualche giorno in più per godersi un po’ di riposo sulle bellissime spiagge della Costiera!

Quota individuale per accompagnamento guidato in ogni fase del trekking: € 120.00

Contattaci per chiarimenti di qualsiasi tipo sulle escursioni, struttura ricettiva e transfer: info@vagogiro.it – tel 3494120325

Termine ultimo per la prenotazione: 01 agosto 2019

Guida Escursionistica (AIGAE): Francesco Capozucca

Periodo: 04/08/2019 - 10/08/2019



Trekking sui Monti Sibillini: le 5 più belle escursioni

Facendo base a Castelluccio di Norcia, in un magnifico agriturismo con cucina buonissima e di fronte ad un panorama d’eccezione, partiamo ogni giorno per una diversa escursione alla scoperta di ogni segreto del regno della Sibilla Appenninica. Cinque giorni per immergersi nella magia dei Sibillini vivendo direttamente i sapori e le atmosfere del cosidetto “Tibet” d’Europa!

25 agosto
Arrivo in paese ed incontro in agriturismo con la guida ufficiale dei Monti Sibillini Francesco Capozucca che ci condurrà in tutte le escursioni. Sistemazione nelle stanze. Cena in agriturismo a base dei prodotti tipici.

26 agosto
Da Castelluccio al monte Patino
Dopo la favolosa colazione in agriturismo, partiamo a piedi direttamente da Castelluccio per un’escursione ad anello che, con facili dislivelli, ci porta inizialmente a godere del bellissimo panorama sui Piani di Castelluccio e poi si inoltra tra fiabeschi boschi di faggio fino a giungere agli alti pascoli sospesi, come in volo, sopra l’antica cittadina di Norcia.
Il panorama spazia a 360° su tutti i monti Umbri, i Monti Sibillini ed i monti della Laga.
Lunghezza: 14 km; disl.: 650 m.
Rientro in hotel per godersi in pieno relax il pomeriggio ed il tramonto sugli altopiani di Castelluccio e cena in agriturismo.

27 agosto
Tra faggete fiabesche, laghetti e cavalli in libertà
Incantevole e rilassante passeggiatona lungo l’antico confine tra Stato Pontificio e Regno Borbonico. In un saliscendi tra boschetti e panorami suggestivi, arriviamo in un una fantastica zona di stagnetti dove si aggirano cavalli allo stato brado. Dopo un pic-nic sulle sponde degli stagnetti, si ritorna indietro chiudendo l’anello per un’altra via.
Lunghezza: 13 km; disl.: 450 m.
Rientro in hotel per godersi in pieno relax il pomeriggio ed il tramonto sugli altopiani di Castelluccio e cena in agriturismo.

28 agosto
Monte Vettore: il Re dei Monti Sibillni
Non solo la cima più alta dei Sibillini, ma anche la cima più meridionale del gruppo montuoso. Da questa cima che domina sul Pian Grande e su tutti i monti umbri e marchigiani, ci ritroviamo accanto al gruppo del Gran Sasso-Laga. Dalla cima potremo osservare anche il leggendario Lago di Pilato, che si nasconde nell’anfiteatro glaciale dello stesso Vettore e con un po’ di fortuna, una delle aquile reali che spesso si aggirano tra queste cime.
Lunghezza: 16 km; disl.: 950 m.
Rientro in hotel per godersi in pieno relax il pomeriggio ed il tramonto sugli altopiani di Castelluccio e cena in agriturismo.

29 agosto
L’anello imperiale dei Monti Sibillini
Oggi partiamo per una bellissima escursione che dal lato est del Pian Grande, tra i meravigliosi campi fioriti, ci porta verso il rifugio Capanna Ghezzi e, lungo la “strada imperiale”, fino alle guglie dolomitiche del monte Palazzo Borghese. Seguendo il dolce crinale, ci muoviamo verso il monte Argentella e la Fonte delle Fate, terrazzo naturale sull’altipiano e su tutti i monti intorno. Da qui ridiscendiamo passando per il bellissimo sentiero di Forca Viola fino al nostro agriturismo.
Lunghezza: 16 km; dislivello: 750 m
Rientro in hotel per godersi in pieno relax il pomeriggio ed il tramonto sugli altopiani di Castelluccio e cena in agriturismo.

30 agosto
Sibillini dolomitici: l’anello del Monte Bove
Emozionantissimo anello intorno al circo glaciale del Monte Bove. Tra guglie e pareti dolomitche, una facile escursione “alpina” sui Monti Sibillini. Ritorno lungo la Val di Bove. Costeggiando la zona a protezione integrale adibita alla reintroduzione del Camoscio Appenninico, non sarà difficile scorgere qualcuno di questi splendidi animali.
Rientro in hotel per godersi in pieno relax il pomeriggio ed il tramonto sugli altopiani di Castelluccio e cena in agriturismo.
Lunghezza: Km 13.5; dislivello: 650 m

Per tutta la durata del tour sarete accompagnati da una guida locale qualificata con copertura assicurativa RCT.

Quota individuale per l’accompagnamento guidato: € 110,00
Contattaci per qualsiasi chiarimento sulla struttura consigliata e sul programma – info@vagogiro.it – 3494120325

Periodo: 25/08/2019 - 31/08/2019



Trek grandioso all’Isola d’Elba… per camminatori abituati!

Una delle isole più belle dei nostri mari, circondata da un’acqua cristallina, ma soprattutto ricca di storia, natura selvaggia e montagne favolose.
Facendo base nel tranquillissimo paesino di Patresi, sulle colline a picco sul mare di fronte alla Corsica, partiamo per le 5 più spettacolari escursioni alla scoperta di un territorio fantastico ed emozionante tra antichi boschi, valli rigogliose, scogliere a picco sul mare e montagne rocciose.
L’energia e la bellezza del mare non sono soltanto una cornice di questo trekking, ma tra le protagoniste grazie alle meravigliose calette in cui si arriva durante le escursioni o in cui si scende per rilassarsi al termine di ogni passeggiata.

Domenica 29 settembre
Arrivo a Portoferraio, trasferimento in hotel (su richiesta, possibilità di navetta privata), incontro con la guida, sistemazione nelle stanze e cena nel buonissimo ristorante dell’hotel.

Lunedì 30 settembre
…lungo la costa sud tra scogliere, leccete e paesini sul mare
Spettacolare percorso che parte dalle scogliere a picco sul mare smeraldino della Costa del Sole e poi si inoltra in bellissime leccete fino al faro di Capo Poro di fronte ad un mare immenso e alle isole di Montecristo e le altre sul versante sud dell’Arcipelago Toscano. Dopo aver attraversato l’abitato e la lunga spiaggia di Marina di Campo si continua su favolosi sentieri a picco sul mare fino a risalire il monte Fonza.
Lunghezza: km 16; Disl. salita: 680 m.; disl. discesa: 680 m.

martedì 1 ottobre
Il Monte Capanne
Tra Castagneti ed antichi “caprili” abbandonati, sulle rocce dove regnano i mufloni arriviamo sulla cima più alta dell’isola per godere di un panorama di impareggiabile bellezza su tutta l’isola, l’Arcipelago Toscano, la Corsica e la costa Toscana. Da qui ridiscendiamo sul versante nord-ovest passando per antichi eremi immersi nei bellissimi castegneti e sfruttando le mulattiere fatte ristrutturare da Napoleone! L’arrivo è direttamente in hotel.
Lunghezza: 17 km; Disl. salita: 850 m.; disl. discesa: 850 m.

Mercoledì 2 ottobre
Le montagne ferrose della zona est, il Castello del Volterraio ed il Santuario di Monserrato
Montagne spigolose e multicolore, sempre circondate dal mare, sono le protagoniste di questa giornata che ci porterà a godere di panorami stupendi su tutto il lato sud-est dell’Arcipelago Toscano ed il continente. Siamo nella zona del graziosissimo villaggio di Porto Azzurro, attraverso una fresca pineta saliamo fino all’impervia cima del Monte Mar di Capanna, da qui procediamo fino al Monte Castello e poi Cima del Monte, da cui ridiscendiamo in direzione dell’austero castello del Volterraio. Al ritorno scendiamo al monastero di Monserrato. Prima di tornare in hotel, una sosta sulla spiaggia di Barbarossa, una delle spiagge di Porto Azzurro.
Lunghezza: 6 ore; Disl. salita: 700 m.; disl. discesa: 700 m.

Giovedì 3 ottobre
Un viaggio nella storia e nelle ricchezze minerarie dell’Elba
Partendo dal graziosissimo paesino di S.Piero, attraversando la gariga di cisto e boschetti di ginestra, rimaniamo sempre in vista della Costa del Sole e, poco distanti, le Coste della Corsica, l’isola di Pianosa e l’isola di Montecristo. Raggiungiamo la chiesa romanica di San Giovanni e la torre pisana che domina su San Piero in Campo e Sant’Ilario in Campo e poi il bellissimo punto panoramico di Collaccio Alto. Dopo un percorso tra antichi insediamenti villanoviani, antiche cave romane di granito ed altre testimonianze storiche, scendiamo sulla bellissima spiaggia di Cavoli per un meritato riposo!
Lunghezza 14 km; Disl. salita: 650 m.; disl. discesa: 650 m.

Venerdì 4 ottobre
Da Marciana Marina a Patresi
Partendo dal villaggio sul mare di Marciana Marina percorriamo l’antica via che collegava i vari villaggi costieri attraversando (e, volendo, soffermandoci per un bagnetto) in alcune spiagge paradisiache. L’arrivo al piccolo al mare di Sant’Andrea, camminando sul sentiero inciso sugli scogli accanto al mare è semplicemente emozionante. Dopo una pausa pranzo a base di buon pesce, si riparte sulle colline boscose sempre accanto ad un mare stupendo di fronte all’isola di Capraia fino ad arrivare direttamente in hotel.
Lunghezza 14 km; Disl. salita: 550 m.; disl. discesa: 550 m.

Sabato 5 ottobre
Dopo una rilassante colazione ed un’ultima passeggiatina nella spiaggia di Patresi, si fa ritorno a casa.

Chiunque può approfittare per rimanere qualche giorno in più in autonomia per godersi un meritato riposo tra le spiaggette sottostanti e le altre perle dell’isola.

Quota individuale per accompagnamento guidato in ogni fase del trekking + copertura personale RCT: € 110.00

Contattaci per informazioni e suggerimenti su hotel : Francesco 349.4120325 – info@vagogiro.it

Termine ultimo per la prenotazione: 16 settembre 2019

Guida Escursionistica (AIGAE iscr.num UM058): Francesco Capozucca

Periodo: 29/09/2019 - 05/10/2019