Posts made in luglio, 2013

Abbiamo fatto i camosci!!

L’escursione di oggi “a spasso con i camosci” è stata una di quelle altamente appaganti. L’ascesa sul Monte Bicco, tanto per “scaldarci un po”, pur essendo impegnativa ed adrenalinica, ci ha donato gran divertimento, scorci unici e la prima coppia di camosci della giornata. Poi, tutto il giro tra il M. Bove Sud e Croce di M. Bove è stato un susseguirsi di panorami mozzafiato ed emozioni, oltre ad averci offerto il secondo avvistamento di un camoscio. La discesa in Val di Bove (seppur con qualche doleretto per qualcuno!!) e l’attraversamento della faggeta finale è stata rigenerante e di grande pace. Personalmente voglio ringraziare tutti i partecipanti per aver condiviso con me la loro voglia di montagna e la gioia di fare un’escursione di questo tipo. Francesco...

read more

Un’escursione, una montagna, mille emozioni!

Un’escursione, una montagna, mille emozioni!

Da Castelluccio al Lago di Pilato, al rifugio Zilioli, alla Cima del Redentore, per riscendere a Castelluccio. Un’escursione che lascia il segno. Anche per la stanchezza che si sente alla fine, ma soprattutto per la varietà e la bellezza dei paesaggi. E’ stata un’avventura stupenda. Grazie a tutti i “coraggiosi” che non si sono lasciati spaventare dalla lunghezza e dal dislivello, ma soprattutto dalle condizioni meteo dei giorni precedenti. Grazie a coloro che hanno mandato le foto (qua sotto).  Se qualcuno vorrà mandarne altre, mi farà piacere...

read more

Domenica scorsa: solo un tuffo tra i fiori?

Domenica scorsa: solo un tuffo tra i fiori?

Respiro una piacevole sensazione ripensando alla passeggiata di domenica scorsa. Ma devo dire che questo piacere deriva solo in minima parte dalla famosa e spettacolare fioritura di Castelluccio di Norcia, che invece era posta come attrattiva principale dell’escursione. La risalita della Valle Canatra, all’ombra degli antichissimi faggi ed ancora ricchissima di fiori solitamente presenti soltanto fino a metà giugno; i panorami straordinari dal crinale tra Monte Patino e Castelluccio; i cavalli allo stato brado; gli incontri lungo il sentiero. Ma anche la lunga traversata dell’antica stradina sul Pian Grande, tra prati fioriti e campi falciati pieni di enormi rotoloni di fieno. Senza dubbio, però, come al solito, se di un’escursione rimane un così bel ricordo, il motivo principale  è la simpatia, la discrezione e la gioia di condividere l’avventura dei compagni d’escursione. Per questo vi ringrazio e mi aguro di riavervi presto come compagni d’escursione. Grazie a tutti per le foto che mi avete inviato....

read more