Posts made in giugno, 2013

Mai visto un Lago di Pilato così bello!!

Non ne avevamo dubbi: l’escursione al Lago di Pilato effettuata soltanto 15 giorni dopo la fine del lunghissimo “inverno” che quest’anno si è sovrapposto alla primavera, ci avrebbe riservato grandi soddisfazioni. Ed infatti già alla partenza da Forca di Presta, spinti da un piacevole venticello, sotto un cielo limpido, abbiamo iniziato a goderci il verde intenso in cui eravamo immersi ed i vivacissimi colori dei fiori che ci accompagnavano ad ogni passo. Dodici persone legate dalla voglia di conquistarsi, a costo di un po di fatica, un posto in prima fila di fronte ad uno degli spettacoli più emozionanti di tutto l’Appennino. Anche la bambina di 12 anni, eletta subito nostra mascotte, si è adattata perfettamente al passo lento e costante con cui, senza alcun problema, ci siamo ritrovati sulla Sella delle Ciaule, 800 metri più in alto dal punto di partenza. Ma è da qui che, scendendo attraverso una lunga e divertente lingua di ghiaccio, ci si è aperto lentamente il sipario. Un Lago di Pilato così blu e così grande da togliere il fiato! Con ancora tantissimo ghiaccio che continua ad alimentarlo. La sosta sulle sue rive, al cospetto di tanta maestosità, è un’emozione fatta di rispetto e ammirazione. Grazie a tutti voi che avete partecipato, anche per le foto che vorrete mandarmi e che aggiungerò alla galleria qui sotto. A presto...

read more

Che favola l’escursione di ieri 15 Giugno sull’anello delle cascate di Selva Grande!!

Il cielo è di un blu intenso. L’aria frizzante dei 1000 metri da cui partiamo non ci fa sentire il caldo a cui non siamo più abituati, dopo la fredda primavera di quest’anno. Ma questo non è niente rispetto alla guduria del camminare sotto all’antichissimo bosco nel quale ci inoltriamo subito dopo la partenza. Quando il bosco “ci apre qualche finestra”, possiamo già ammirare le bellissime forme taglienti dei Monti della Laga sopra le nostre teste. Il suono rilassante e armonioso delle cascate all’interno della valle inizia a farci compagnia. E già iniziamo a scorgere, dall’altra parte della valle, le prime cascate, che, come ci aspettavamo, in questo periodo, sono abbondantissime e spettacolari. Le enormi, pigrissime e bianchissime vacche che incontriamo sembrano essersi scelto, per questa mattina, uno dei terrazzi naturali più belli di tutta la zona. Ma sono “felici” di condividere questa bellezza con noi. Continuando nel silenzio del bosco interrotto soltanto dal cinguettio degli uccelli, arriviamo al torrente da guadare. E’ soltanto il primo dei 5 torrenti che guaderemo. E per uno di questi guadi, dovremo toglierci gli scarponi ed indossare le ciabatte che avevamo opportunamente portate nello zaino. Qualcuno di noi non può resistere alla tentazione di un bagnetto, ma soprattutto di una doccia nelle gelide acque di una delle tantissime cascate che incontriamo. Dopo l’altissima ed incantevole cascata delle scalette, iniziamo la discesa verso le antichissime e graziose chiesette di S.Martino e della “Cona Passatora” per poi chiudere l’anello guadando altri torrenti  ed attraversando un paio di paesini rigorosamente costruiti con la locale pietra di arenaria. Sembra incredibile che in una sola, facile escursione possa essere racchiusa tanta bellezza e si possano provare così tante emozioni! Per fortuna tra circa un mese, il 28 luglio, si...

read more

Come è andata l’escursione di ieri 2 giugno “sul crinale tra i due parchi e Pian Piccolo”

Come era stato preannunciato, finalmente ieri abbiamo avuto una delle rarissime giornate soleggiate di questa pazzesca primavera. Ma il clima (arietta non caldissima in presenza di sole coperto solo raramente da qualche nuvoletta) non è stato l’unico elemento perfetto della giornata di ieri. L’altitudine compresa tra i 1600 ed i 1400 metri è, al momento, quella ideale per passeggiare tra prati talmente verdi e pieni di narcisi, ranuncoli, orchidee, fritillarie dell’Orsini e peonie che sembrano finti. Ma sopra ogni cosa è stata, come al solito, la piacevolissima compagnia e gli incontri lungo il cammino a fare la differenza. Bè…..non posso nascondere che anche la splendida mangiata al rifugio ha avuto la sua importanza sul bilancio strapositivo della giornata!! L’escursione di ieri  in questa stagione non si ripeterà più, ma moltissime escursioni possono essere paragonabili a questa per il basso grado di difficoltà e per gli splendidi panorami, basta dare uno sguardo al nostro calendario o alla sezione “escursioni”. A presto...

read more